top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreClaudia Scarpati

PERCHÈ' HO COSì TANTA PAURA DI SALIRE SULLA BILANCIA...?

Nel momento in cui sali su una bilancia, stai decidendo delle cose su te stessa.

Stai decidendo se sei una persona valida, amabile, accettabile, gradevole o pessima e fallimentare e questo avviene perché colleghi quel numero sulla bilancia al tuo valore come persona.

Ci siamo passate tutte, in piedi, nude e con lo stomaco vuoto, dopo essere andate in bagno, con le dita incrociate mentre saliamo sulla bilancia, pregando che appaia quel numero particolare.

Questi numeri possono derivare da una obsoleta tabella di altezza e peso, da un numero stabilito dai media, da persone cui siamo affettivamente legate, o semplicemente da un numero che abbiamo scelto e che ci piace.

Se vedi un numero che ti piace sulla bilancia, ti senti bene.

Se invece vedi un numero che non ti piace, ti tormenti per ore, se non per tutto il giorno.

Quando ci si sente male con se stessi, è più difficile fare scelte salutari.

Si rischia lo sconforto del "oh beh, tanto non ne vale la pena" che porta a mangiare o bere troppo.

Il giorno dopo, il numero sulla bilancia sembra peggiore e il ciclo di autosabotaggi continua.


Purtroppo, nella nostra cultura l'idea dell'aumento di peso è spesso vista come "la cosa peggiore del mondo".

Abbiamo attribuito alla questione della perdita e dell'aumento di peso un valore morale che non dovrebbe esistere.

Non si è una persona "buona" perché si è dimagriti e non si è una persona "cattiva" perché si è ingrassati, nonostante i messaggi che la cultura della dieta trasmetta.

È inoltre importante notare che il peso di una persona non è un indicatore assoluto della sua salute generale.

Si può essere "magri" e non essere in salute.

Si può essere in un corpo più grande ed essere in salute.

Inoltre, spesso associamo alla magrezza il concetto di felicità.

La realtà è che ci sono persone che hanno relazioni amorose e sane, che si sentono belle e che raggiungono il successo, a prescindere dalla forma e dalla taglia.

Nonostante ciò che la cultura dietetica vuole farci credere, perdere peso non è la chiave per aumentare la salute e la felicità.


Ci sono tantissime cose che quel numero sulla bilancia non dice.

Sono cose che non si vedono sulla bilancia.

Il punto è che esistono modi più efficaci, più gentili e più costruttivi per misurare i tuoi progressi verso la costruzione di una vita sana, molto più di quanto possa mai essere la bilancia.

Il quadro generale, ovviamente, non è solo perdere peso, ma guadagnare salute.

E la bilancia non può dirti come ci stai arrivando.

Ci sono tante cose di te che sono molto più interessanti dell’effetto che esercita la forza gravitazionale della terra sul tuo corpo… perché il peso è proprio questo: è la forza con cui un corpo viene attratto dalla Terra (forza di gravità).


Nessun numero definirà mai il tuo valore come persona.

Quello che ti definisce risiede nella tua grandezza d’animo, nella tua resilienza, nel tuo coraggio, nella tua capacità di amare ed amarTI.






Hai bisogno di contattarmi? Puoi inviarmi un Whatsapp CLICCANDO QUI


oppure puoi chiamarmi


dal Lunedi al Venerdi nei seguenti orari: 08.00-09.00 / 13.30-15.00 / 21.00-22.00



 

La Dr.ssa Claudia Scarpati è Psicoterapeuta del Comportamento Alimentare ed è specializzata nell'aiutare adulti e adolescenti che lottano contro il Disturbo da Alimentazione Incontrollata, Fame Nervosa, Binge Eating e problemi di immagine corporea.

Propone un percorso di Psicoterapia per i Disturbi Alimentari a Roma, in zona Eur.

Inoltre, fornisce sedute online per il recupero dei Disturbi Alimentari per tutte quelle persone che non hanno modo di raggiungere lo studio.

📞Whatsapp: 3408048443



LA BILANCIA E IL BINGE EATING

403 visualizzazioni

Comments


bottom of page